Nazionale Under 19 maschile: a tu per tu con Filippo e Rocco

Pubblicato il 21/04/2017
21/04/2017
Nazionale Under 19 maschile: a tu per tu con Filippo e Rocco

La Nazionale maschile Under 18 disputerà i Campionati Europei di categoria  in programma a Gyor e Puchov (Ungheria e Slovacchia) da sabato 22 a domenica 30 aprile. Iniziamo oggi a conoscere meglio gli atleti azzurri che si stanno preparando a questo importantissimo appuntamento. Abbiamo incontrato Filippo Federici e Rocco Panciocco che ci hanno raccontato le loro emozioni e i loro obiettivi nella pallavolo. 

Quando hai scoperto che la pallavolo sarebbe stata la tua attività?

Filippo: Da quando ho iniziato ad ottenere risultati importanti
Rocco: Amo questo sport, spero di ottenere dei grandi risultati

Quanto l'essere uno sportivo ruba tempo alla tua vita privata? Come riesci a conciliare le due dimensioni?

Filippo: Non è certamente facile conciliare i due aspetti. Essere un'atleta a questo livello ti porta ad avere poco tempo libero
Rocco: La pallavolo occupa la maggior parte del mio tempo. 

Qual è la differenza fondamentale tra la vita di club e quella in Nazionale? 

Filippo: In Nazionale bisogna seguire un determinato comportamento, quando indossiamo questa maglia rappresentiamo la Nazione. 
Rocco: In Nazionale si segue sempre una certa disciplina

Cosa significherebbe per te vestire la maglia della Nazionale maggiore?

Filippo: Sarebbe un grande sogno
Rocco: Coronare un mio sogno da sportivo

Come pensi di poter essere un esempio per i ragazzi come te?

Filippo: Dimostrando che il sacrificio alla fine ripaga sempre
Rocco: Come Filippo credo che possiamo essere d'esempio attraverso i tanti sacrifici che facciamo per inseguire un sogno

Quali sono, secondo te, i valori più importanti che la pallavolo trasmette e che possono essere trasmessi ai ragazzi che iniziano a giocare?

Filippo: Sacrificio e spirito di squadra
Rocco: L'amicizia e il sacrificio

Qual è stato l'evento o l'esperienza più significativo della tua vita, sia in ambito sportivo sia nella tua vita privata? 

Filippo: Quando ho iniziato a prendere parte al progetto Club Italia ed ora con la convocazione in Nazionale. Infine ricordo con grande piacere lo scudetto Under 17 vinto con la Lube
Rocco: Far parte della Nazionale è sicuramente un'esperienza molto significativa

Dillo con un aggettivo: come vorresti essere presentata al pubblico? Quale caratteristica ti distingue?

Filippo: Umiltà
Rocco: Combattente

Se non avessi giocato a volley cosa avresti voluto fare nella vita? 

Filippo: Probabilmente l'attore
Rocco: Forse avrei giocato a basket

Come immagini il tuo futuro, dopo la pallavolo?

Filippo: Mi piacerebbe in futuro fare l'allenatore. Spero allo stesso tempo di creare attorno a me una bella famiglia
Rocco: Spero di rimanere nell'ambito del volley