Regole di gioco

 

1. AREA DI GIOCO: DIMENSIONI
Il campo di gioco è un rettangolo di m. 10 x 6 con una zona libera attorno al perimetro di almeno m. 3. Il campo di gioco e lo spazio libero devono avere un’altezza minima di m. 7.

2. SUPERFICIE DI GIOCO
La superficie deve essere piana, orizzontale e uniforme. Non deve presentare nessun pericolo per i giocatori. E’ proibito giocare sopra superfici ruvide o scivolose. La superficie di gioco deve essere di colore chiaro.

3. LINEE DEL CAMPO
Tutte le linee devono essere larghe cm. 5 e devono essere di colore differente dal suolo e da qualsiasi altra linea. L’asse della linea centrale divide il campo in due rettangoli di m. 6 x 5.
In ciascun campo, una linea di attacco è distante m. 2 dall’asse della linea centrale.

4. LA RETE
La rete è collocata verticalmente sopra la linea centrale e il suo bordo superiore misura da terra m. 1,15 per le squadre maschili e m. 1,05 per le squadre femminili. La rete è lunga da m. 6,50 a m. 7 e larga m. 0,80. Nella parte superiore ha una banda bianca di tela larga cm. 7 e cucita per tutta la lunghezza ed un’altra nella parte inferiore di 5 cm.

5. ANTENNE
Due antenne flessibili di fibra di vetro lunghe m. 1,60 e larghe mm. 10 di diametro sono montate alle estremità delle bande laterali.

6. PALI
I pali che sostengono la rete, alti m. 1,25 dovranno essere distanti dalle linee laterali 0,50-1,00 m..

7. PALLONI
Il pallone deve essere sferico, di cuoio o in materiale sintetico. Deve essere di colore chiaro uniforme oppure con una combinazione di colori. 
La circonferenza deve essere da cm. 65 a 67 con un peso da gr. 260 a 280. La pressione interna deve essere da 0,30 a 0,325 kg/cm2.

8. COMPOSIZIONE SQUADRE
Una squadra sarà composta da un massimo di 12 giocatori, compresi due giocatori classificati come “MD” (Minima Disabilità), un allenatore, un massimo di due assistenti allenatori, un fisioterapista e un medico. I sei giocatori in campo possono avere solo un giocatore con “MD”, anche quando il Libero è in campo.

9. EQUIPAGGIAMENTO
L’equipaggiamento degli atleti si compone di una maglia, di calzoni corti e/o lunghi, di calzini (l’uniforme) e di scarpe sportive. Gli atleti possono giocare senza scarpe. Agli atleti è anche consentito indossare gambali aderenti da ciclista sotto i calzoncini o pantaloni lunghi purché siano dello stesso colore dei calzoncini. Agli atleti è consentito indossare pantaloni lunghi, o calzoncini e gambali aderenti da ciclista, a condizione che tutta la squadra indossi la stessa tipologia/combinazione. Agli atleti non è consentito di sedere su materiale di spessore o indossare speciali calzoncini o pantaloni resi di spessore.

10. FALLI DI POSIZIONE
Le posizioni dei giocatori sono determinate e controllate attraverso il contatto delle natiche con il pavimento:    
- ciascun giocatore attaccante deve tenere una parte dei glutei più vicina alla linea centrale del suo corrispondente giocatore difensore;
- ciascun giocatore destro (o sinistro) deve tenere parte di una natica più vicina alla linea laterale destra (o sinistra) rispetto alle natiche del giocatore centrale.

11. CONTATTO COL SUOLO DURANTE L’AZIONE DI GIOCO
Durante le azioni di gioco con la palla, i giocatori devono rimanere in contatto con il suolo con una parte del proprio corpo, dalla natiche alle spalle. Una breve perdita di contatto con il campo è permesso nelle azioni difensive (quindi esclusi il servizio, il muro e il colpo di attacco) a condizione che la palla non sia completamente più alta del bordo superiore della rete. È proibito alzarsi, sollevarsi e fare passi.  

12. INVASIONE SOTTO LA RETE
E’ permesso invadere lo spazio avversario sotto la rete, a condizione che non si interferisca con il gioco avversario. E’ permesso toccare il campo opposto oltre la linea centrale con qualsiasi parte del corpo a condizione che non si interferisca con il gioco avversario. Un atleta può penetrare nel campo opposto dopo che la palla è fuori. I giocatori possono penetrare nella zona libera opposta purché non interferiscano con il gioco avversario. 

13. FALLO DURANTE LA BATTUTA
Quando il giocatore esegue il servizio, mentre colpisce la palla, deve essere con le natiche dietro la linea di fondo nella zona di servizio, e le sue gambe possono toccare il campo.

14. LIMITAZIONI DEL COLPO DI ATTACCO
Ai giocatori della prima linea è consentito di completare un colpo di attacco a qualsiasi altezza, a condizione che il contatto avvenga entro il proprio spazio di gioco.

15. FALLO D’ATTACCO DEL DIFENSORE
Un giocatore della seconda linea può eseguire qualsiasi tipo di attacco da ogni altezza, purché al momento del colpo, le natiche non debbano né toccare, né superare la linea d’attacco (a 2 m. da rete).  Un giocatore di seconda linea che attacca stando con le natiche dietro la linea di attacco può terminare il movimento avanzando col sedere nella zona di attacco. Lo stesso giocatore può completare un attacco stando in prima linea, se al momento del contatto parte della palla è al di sotto del bordo superiore della rete.

16. MURO SULLA BATTUTA AVVERSARIA
Ai giocatori della prima linea è consentito murare il servizio dell’avversario.

17. IL GIOCATORE “LIBERO”
Ogni squadra può inserire nella lista degli atleti due giocatori specialisti difensori: i “Libero”. Solo un Libero può essere in campo in ogni momento.

18. COLLEGIO ARBITRALE
Il collegio arbitrale per una gara è composto da: Primo Arbitro, Secondo Arbitro, Segnapunti, quattro (due) Giudici di linea. Il Primo Arbitro svolge la sua funzione stando in piedi su un seggiolone situato ad una delle estremità della rete, dal lato opposto al Segnapunti. Il Secondo Arbitro svolge le sue funzioni in piedi vicino al palo, fuori dal terreno di gioco, dal lato opposto e di fronte al Primo Arbitro.