"Diversamente" Esordienti

Pubblicato il 29/05/2015
29/05/2015

29 maggio, Adelaide (Aus) - Oggi l'esordio in World League contro l'Australia, il C.T. Berruto lancia una squadra nuova con ben sei esordienti trai quali il baby "gioiello" della pallavolo italiana Giannelli.

Molte sono state le parole e i complimenti espressi e condivisi sul campione di Bolzano, il quale oggi è chiamato ad un esame importante per la sua nascente esperienza azzurra. Ma tra i debuttanti di questa giovane nazionale ce n'è uno che rompe un pò gli schemi, arrivando alla maglia azzurra dopo anni di sudore e sacrifici compiuti in molti palazzetti italiani. Il suo nome è Stefano Mengozzi, ha 30 anni ed è un giocatore della Cmc Ravenna.

Il percorso sportivo di Mengozzi è il classico cammino compiuto da uno sportivo, ricco di ostacoli, difficoltà ed emozioni, con un solo sogno che è quello che ogni atleta vorrebbe vivere: indossare la maglia azzurra. Il momento della verità e della ricompensa di tanti sforzi sarà legato a quei secondi in cui verrà suonato l'inno d'Italia.

"Quando canterò l'inno proverò una sensazione mai vissuta e solo questo rappresenta per me una grande soddisfazione, mi auguro sia il primo di una lunga serie", con queste parole Stefano descrive il "suo" momento italiano. Sicuramente la sua convocazione non è solo un premio alla carriera ma ad un campionato giocato con grande personalità che inserisce il ravennate trai migliori centrali d'Italia.

Giannelli e Mengozzi sono le due facce di questa Italia, la promessa e il caparbio, un alzatore e un centrale, diversi nel modo di giocare e nello stile, accomunati da un sola cosa "il sogno azzurro". Così  la squadra si appresta ad affrontare la duplice sfida contro i canguri australiani di Santilli, con un gruppo nuovo che si è allenato bene formato da conferme azzurre ed atleti "diversamente" esordienti.

(A.T.)

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4

Importanza 5