KARCH KIRALY A VERONA CON MAMMA E PAPA’ A FARE IL TIFO DAGLI SPALTI

Pubblicato il 01/10/2014
01/10/2014

Non lo lasciano mai solo e dall’inizio del Mondiale lo hanno seguito prima dal palazzetto di Verona e ora da quello di Modena. Sono i genitori di Karch Kiraly, campione statunitense di origini ungheresi, unico giocatore a vincere l’oro olimpico sia indoor che nel beach volley, che oggi allena gli Stati Uniti.

A Modena, sede della prima e della seconda fase del torneo olimpico, è ancora una volta seguito da mamma e papà (già presenti al PalaOlimpia), fondamentali per la sua crescita umana e sportiva come lui stesso ha spesso raccontato. Soprattutto il padre Laszlo, che gli ha passato l’amore per la pallavolo indirizzandolo al volley già all’età 6 anni.

Un bel quadretto arriva dal PalaPanini, con i genitori che si sono aggirati per il palazzetto prima di seguire il match vinto dalla squadra del figlio contro la Turchia. Hanno tifato e applaudito e continueranno a farlo anche nelle prossime gare.

Il cognome, Kiraly, che in ungherese significa re, preannuncia la grande carriera di questo campione, nominato nel 2001 giocatore del XX secolo insieme a Lorenzo Bernardi. Ora guida la propria nazionale cercando di portarla ad una medaglia mondiale, dopo il quarto posto ottenuto nel 2010 in Giappone.

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4