L’IRAN SI QUALIFICA ALLE WORLD LEAGUE FINALS A FIRENZE

Pubblicato il 30/06/2014
30/06/2014

L’Iran si qualifica per la prima volta alla fase finale in World League grazie alla convincente vittoria 3-0 (25-22, 25-20, 25-22) contro la Polonia, nel match disputato all’Azadi Sports Complex a Tehran.

Il match inizia in discesa per la squadra allenata da Kovac che, sfruttando l’entusiasmo del pubblico, si porta subito in vantaggio per 4-0 e mantiene la leadership fino alla fine concludendo il set sul 25-22. Il secondo set vede il ritorno della squadra polacca che apre il set con un parziale di 6-1, con l’avanzare del match l’Iran ricuce lo strappo vincendo anche il 2° set per 25-20. Nel terzo si ha un testa a testa fino alla fine ma, sul punteggio di 20-20 l’Iran conquista il break decisivo concludendo il set sul 25-22 e portando a casa la qualificazione.

Il coach Slobodan Kovac ha espresso tutta la propria soddisfazione: La Polonia ha giocato molto bene, specialmente al servizio. Ma i giocatori iraniani sono stati eccellenti e abbiamo conquistato una vittoria preziosa. Dopo aver iniziato la World League con due sconfitte, nessuno credeva nella mia squadra ma abbiamo dimostrato che abbiamo le qualità per passare il turno. E’ stato importante vincere le due partite in Polonia ed arrivare al primo posto del gruppo. La mia mentalità è che il nostro lavoro non finisce mai e dobbiamo sempre cercare di vincere, anche i giocatori hanno la stessa mentalità.

Il  capitano iraniano Saied Marouf si è congratulato con i compagni: Sapevamo che avremmo giocato una partita difficile contro la Polonia. Avevano bisogno di prendere i punti per tenere vive le speranze di qualificazione, ma abbiamo vinto e sono molto contento per la qualificazione alle Finali di Firenze.

Un po’ di numeri:

Il giocatore polacco Dawid Konarski è stato il best scorer dell’incontro con 15 punti, ma non è riuscito ad accompagnare la propria squadra alla vittoria, seguito dal compagno di squadra Rafal Buszek con 13 e dall’iraniano  Amir Ghafour con 10 punti.

La squadra iraniana soprattutto ha avuto la meglio della Polonia nella fase di muro-difesa, realizzando più del doppio dei muri avversari ( 12 contro 5). Dal punto di vista degli attacchi, infatti, la Polonia è stata superiore con 41 punti contro i 35 dell’Iran, ma ciò non ha evitato la sconfitta netta per 3-0.

La Polonia, ora al terzo posto del girone a pari punti con il Brasile, si qualificherà se vincerà almeno un match di rivincita contro l’Iran e se il Brasile non batterà l’Italia.

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4