VNL 2022: settima vittoria di fila per le azzurre, piegata la Bulgaria 3-0

Pubblicato il 02/07/2022
02/07/2022

Sofia (Bulgaria). La marcia dell’Italia in Volleyball Nations League non conosce pause. Dopo i successi su Polonia e Corea del Sud, le azzurre, forti della qualificazione per le Finals di Ankara (13-17 luglio) già acquisita, hanno battuto anche la Bulgaria 3-0 (25-12; 25-19; 25-21) alla Armeec Arena di Sofia. Davanti a circa 1000 spettatori, le campionesse d’Europa in carica hanno dato una dimostrazione di forza con Pietrini e Nwakalor sugli scudi (33 punti complessivi) per il nono successo su undici match disputati (settimo consecutivo). Vittoria utile per mettersi in scia del Giappone in classifica generale con un ancora un match da disputare. Domani infatti, alle ore 15:30 italiane (in diretta su Sky Sport Action e in streaming su NOW e Volleyball World TV), capitan Sylla e compagne disputeranno contro la Thailandia l’ultimo match della prima fase di VNL. Obiettivo vincere per poi analizzare la classifica definitiva per conoscere il nome dell’avversaria da affrontare nei quarti di finale della Final Eight di Ankara.

 

LA CRONACA – Il CT Mazzanti ha scelto per il sestetto base Alessia Orro in regia con in diagonale la confermata Nwakalor come opposto, schiacciatrici Gennari e Elena Pietrini (esordio assoluto stagionale), Chirichella e Danesi al centro, e De Gennaro libero. Pronti via le azzurre si sono fatte sorpresende da Paskova e Chausheva (3-6) salvo poi tornare immediatamente nel match trovando con Chirichella, i primi attacchi vincenti di Pietrini, Nwakalor e Gennari lo slancio per andare avanti (13-10). Uno strappo che ha spento l’entusiasmo delle padrone di casa costrette all’angolo dalle giocate di Chirichella, Pietrini e Danesi ben orchestrate da Orro (20-11). L’Italia, una volta preso il largo, ha continuato a giocare con precisione e velocità ogni fase chiudendo il primo set con un perentorio 25-12.  

Non è cambiata la musica nel secondo game aperto da un pallonetto chirurgico di Gennari che ha beffato muro e copertura bulgara. La Bulgaria ha provato a reagire con Dimitrova, Yordanova e la solita Chausheva (2-4) ma le azzurre non hanno concesso scampo e trascinate da una scatenata Pietrini (efficace anche a muro) sono scattate sul 12-8. Come nel primo parziale, l’Italia non si è più voltata e nonostante un paio di disattenzioni (in ricezione e un fallo di pestata di Nwakalor), non ha perso fiducia e ritmo trovando negli attacchi di Gennari e Pietrini e nell’aggressività a servizio la chiave di volta per chiudere anche il secondo set (25-19).

Nel terzo game la Bulgaria ha provato a tenere testa all’Italia: Yordanova e Saykova hanno preso per mano la nazionale del CT Micelli consentendo alle padrone di casa di restare in scia delle scatenate Chirichella, Nwakalor e Pietrini. Ma se al timeout tecnico le bulgare avevano 1 solo punto di gap (12-11), ci hanno poi pensato Gennari, Danesi e Nwakalor a piazzare il primo e decisivo strappo (16-12). Nonostante qualche sussulto d’orgoglio la Bulgaria non ha potuto granché contro un’Italia così cinica e precisa in ogni fase di gioco e con Gennari, Nwakalor e Pietrini praticamente infallibili in attacco. Le azzurre in poco più di un’ora hanno fatto calare il sipario sull’Armeec Arena chiudendo il match 25-21.  

 

Tabellino: ITALIA – BULGARIA 3-0 (25-12; 25-19; 25-21)

ITALIA: Pietrini 19, Danesi 10, Nwakalor 14, Gennari 9, Chirichella 8, Orro 3, De Gennaro (Libero) N.E.: Egonu, Sylla, Degradi, Bonifacio, Malinov, Lubian e Fersino (Libero). All. Mazzanti

BULGARIA: Todorova M. 2, Kitipova, Paskova 7, Dimitrova 8, Chausheva 6, Yordonova 9, Marinova 3, Barakova, Vasileva 1, Malinova 1. N.E.: Dimitrova G., Neykova, Vuchkova e Krivoshiyska. All. Micelli

Arbitri: Collados Fabrice (Fra) e Gerothondoros Epaminondas (Gre)

Durata: 19’, 24’, 28’

Spettatori: 1000

Italia: a 4, bs 8, m 7, et 2.

Bulgaria: a 4, bs 6, m 1, et 4.

(a seguire le interviste)

Importanza 1

Importanza 2

Importanza 3

Importanza 4

Importanza 5